4 cose che devi sapere sul trasporto di batterie al litio

Il trasporto di batterie al litio è un’operazione che richiede particolare attenzione e conoscenza della normativa. Soprattutto da quando alcuni incidenti hanno evidenziato la pericolosità di questo prodotto, che viene largamente utilizzato nell’elettronica di consumo

Le batterie al litio sono, infatti, utilizzate per laptop, smartphone e anche per le auto elettriche. Non tutti sanno, però, che il litio è un materiale altamente infiammabile, e diventa ancor più pericoloso se utilizzato per fini diversi rispetto a quello per cui viene impiegato: ricaricare un dispositivo.

 

Sai come omologare correttamente i tuoi imballaggi?
Scoprilo scaricando gratuitamente la nostra guida sulle scatole ONU 4G e 4GV!

 

Come fare per assicurarti che i tuoi apparecchi elettronici vengano spediti correttamente? Qui di seguito troverai quattro punti fondamentali su cui devi essere informato e costantemente aggiornato.

 

Conoscere e rispettare le normative sul trasporto di merci pericolose

L’ONU, tramite le omonime raccomandazioni ha stilato una lista delle merci pericolose al fine del trasporto. Tra queste rientrano anche le batterie al litio. A regolamentare il trasporto di batterie al litio via aerea è in particolare la IATA (International Air Transport Association). Le normative IATA sono diventate sempre più rigide nel corso degli anni, motivo per cui anche le compagnie aeree si vedono obbligate a rispettare regole e restrizioni tassative.

Il trasporto di merci pericolose può avvenire anche via strada, ferrovia e interna navigabile e mare. Ciascuna di queste modalità di trasporto ha le sue peculiarità, che lo speditore deve conoscere e rispettare. Per la spedizione conforme è necessario seguire le prescrizioni definite dai manuali di riferimento che contengono tutte le informazioni necessarie e le istruzioni da seguire. Il materiale viene aggiornato in media ogni due anni, ad eccezione del manuale IATA che viene aggiornato ogni anno (o per eventuali emendamenti che vanno ad integrare la normativa in vigore).

 

Scegliere scatole e imballaggi appositi

Le batterie al litio devono essere inserite all’interno di specifici imballaggi, salvo casi particolari. Un esempio di questi imballaggi sono le scatole omologate ONU 4G. Queste vanno utilizzate assieme a dei particolari imballaggi interni.

Siate sicuri di avere il certificato di omologazione, a riprova del fatto che l’imballaggio è stato sottoposto ai test di omologazione ONU e che sul certificato sia specificato che l’imballaggio è idoneo per la spedizione della vostra batteria al litio. Si raccomanda di fare attenzione anche al peso della scatola, che deve essere uguale o inferiore a quello del collo testato in fase di omologazione. Sull’aletta della scatola il mittente può trovare tutte le istruzioni per una corretta chiusura.

Le batterie al litio possono essere imballate e spedite singolarmente, oppure imballate singolarmente ma spedite con altri dispositivi nella stessa scatola. Il tipo di classificazione varia a seconda che la batteria sia singola, o contenuta all’interno di un’apparecchiatura elettronica oppure spedita assieme ad un’apparecchiatura elettronica, come smartphone e tablet. Le batterie al litio in commercio sono di due tipi, ricaricabili, cioè al litio Ionico oppure non ricaricabili, cioè al litio metallico. A seconda che vengano spedite singolarmente o imballate / contenute in dispositivo la classificazione sarà diversa.

 

Utilizzare le etichette personalizzate per merci pericolose

Dopo aver isolato ed imballato correttamente le batterie al litio o l’apparecchio che le contiene, bisogna incollare un’etichetta che serve per segnalare la presenza di merce pericolosa a chi si occuperà del suo trasporto. Bisognerà anche indicare se si tratta di batterie al litio metallico o ionico, questa specificazione verrà fatta indicando il numero ONU sull’imballaggio e, quando richiesto dalla modalità di trasporto, anche il nome della merce.

 

Verificare sempre che le batterie non siano difettose

Ultimo punto, ma non meno importante: è essenziale accertarsi che le batterie al litio non siano difettose o in qualche modo danneggiate, dato l’alto grado di pericolosità che comportano.

Per evitare che la spedizione non venga accettata a causa di materiale danneggiato, è importante che chi si occupa della logistica delle spedizioni sia scrupoloso e faccia i dovuti controlli, in modo da non vanificare tutto il lavoro che precede il trasporto. Una buona strategia da adottare potrebbe essere quella di preparare una procedura con tutti i passaggi da osservare quando si spediscono batterie al litio. In questo modo si può assicurare un servizio efficiente ed efficace.

Guida al processo di omologazione 4G e 4GV per le tue scatole