Controllo trasporto su strada ADR: multa per trasporto di merce pericolosa senza autorizzazione

Nei giorni scorsi, la Polizia Stradale ha intercettato e fermato nella zona di Rimini un camion, con targa straniera, adibito al trasporto di merce pericolosa.

Il mezzo, che stava effettuando trasporti diretti a tutto il territorio nazionale, trasportava circa 1000 kg di merce pericolosa tra liquidi altamente corrosivi ed infiammabili (idrossido di sodio ed etanolo), senza alcuna preparazione specifica, senza nessuna indicazione per il trasporto di queste materie pericolose e senza rispettare le basilari norme di sicurezza previste dal codice della strada.

Durante il controllo e la verifica dettagliata dei documenti di trasporto presenti a bordo, sono state numerose le infrazioni riscontrate: veicolo sprovvisto di etichettatura e segnalazioni previste sul mezzo (per esempio pannelli arancio e placche di pericolo), equipaggiamenti obbligatori mancanti, non idonei o non funzionanti (esempio: istruzioni scritte aggiornate, borsa ADR ed estintori, quando necessari), utilizzo di imballaggi non corretti, fino ad arrivare al mancato fissaggio del carico.

Le violazioni contestate ammontano ad un importo totale superiore a Euro 20.000, oltre alle sanzioni accessorie, quali ritiro della patente di guida dell’autista, della carta di circolazione e del fermo del veicolo stesso per un periodo di 60 giorni.



Vuoi evitare sanzioni durante i trasporti via strada? 

Sei in regola con tutte le disposizioni dell'ADR?

Leggi i seguenti articoli:
- Nuove istruzioni scritte ADR 2019, ma cosa cambia?
- I 4 principali controlli e sanzioni inflitte dalla polizia per il trasporto stradale di merci pericolose ADR. 
- Come rispettare la normativa ADR nei vari passaggi di un trasporto. 
- Esempi di placcatura e marcatura ADR.