Minimo d'ordine Euro 30,00+iva
Per i prodotti non acquistabili on-line contattaci, verificheremo insieme l'idoneità di prodotto
Consegna a partire da 24/48 ore

Come scegliere la giusta 4GV

Gli imballaggi 4GV hanno reso le spedizioni di merce pericolosa più semplici, sia a livello nazionale che internazionale, per tutti quegli speditori che devono movimentare diversi tipi di imballaggi interni ma non possono standardizzarli e quindi non possono realizzare su misura una scatola 4G. Precedentemente avevamo spiegato nel nostro blog come scegliere l’imballaggio più adeguato per le vostre merci pericolose, sottolineando anche la differenza fra 4G e 4GV.

Stabilito che un imballaggio 4GV è per voi la soluzione corretta, come scegliere quello giusto tra i tanti esistenti? Sfortunatamente non basta guardare le dimensioni interne per scegliere l’imballaggio più adatto a voi; ci sono diversi fattori da considerare per fare una scelta giusta e conforme.

4 cose da ricordare per non commettere errori

1. Materiale assorbente

Che scegliate una innovativa 4GV omologata con specifici sistemi attutenti e assorbenti oppure che la vostra scelta ricada su una classica 4GV omologata con vermiculite, dovete sempre assicurarvi di seguire alla lettera le istruzioni di preparazione ed assemblaggio dell’imballaggio e di utilizzare il materiale assorbente ed attutente richiesto, oltre che ad un sacco di contenimento che sicuramente sarà stato usato in fase di omologazione ONU. Gli imballaggi interni potranno variare, mentre il sistema assorbente utilizzato all’interno della scatola deve sempre essere lo stesso che è stato utilizzato durante i test. Quindi, se acquistate un imballaggio 4GV "classico" dovrete utilizzare obbligatoriamente la vermiculite per riempire la scatola, non è ammesso usare un po' di vermiculite ed un po' di altro materiale, ad esempio patatine di polistirolo. Per chi invece decide di usare una soluzione innovativa e pulita come le 4GV Safe&Clean verrà dotato di un kit con appositi e specifici panni assorbenti.

materiale-assorbente-1

2. Spessore del materiale attutente

PGV-80

Se scegliete di utilizzare una 4GV certificata con vermiculite o altro materiale non compatto, dovrete stare doppiamente attenti allo spessore del materiale attutente da utilizzare per garantire la giusta distanza fra i diversi imballaggi interni, e fra gli imballaggi e le pareti, il fondo e il coperchio della scatola. Se sapete già qual è il l’imballaggio interno che volete utilizzare, la strada più breve da percorrere è quella di prendere le dimensioni del vostro inner (ad esempio altezza e diametro) e assicurarvi che la 4GV che volete utilizzare sia grande abbastanza.
Per esempio la nostra PGV80 è stata testata con vermiculite come materiale assorbente e attutente. Sulle istruzioni di imballaggio ed utilizzo stampate sulla scatola è scritto che la distanza minima di vermiculite fra contenitori, pareti, fondo e coperchio dev’essere di 20 mm. Il rimanente spazio vuoto deve sempre essere riempito con vermiculite.

Dunque, quando scegliete la dimensione della vostra scatola 4GV, dovete sempre tenere a mente che avrete bisogno di spazio extra per aggiungere materiale assorbente in quantità conforme e attenervi alle istruzioni di preparazione dell’imballaggio.   

Anche nel caso delle 4GV Safe&Clean esistono delle specifiche istruzioni sulle distanze da rispettare che vanno seguite alla lettera. La differenza più importante con le 4GV "classiche" è, però, che queste ultime necessitano durante l’imballaggio una verifica (fisica, con un righello o un metro) degli spazi da riempire con la vermiculite. Le 4GV Safe&Clean, invece, non richiedono questo dispendio di tempo, poiché imballando secondo le istruzioni di montaggio della scatola, il risultato ottenuto sarà già garantito.

PGv353-2

3. Peso limite della scatola

Questo aspetto va valutato molto attentamente. Ricordatevi che qui si fa riferimento al peso lordo massimo consentito, che include perciò tutte i diversi componenti. Per esempio, sulla nostra PGV353 è indicato che:

it-3

Perciò il peso lordo massimo consentito per questo imballaggio è 14 kg. Non bisogna però dimenticare che questo peso include anche il peso della scatola e del materiale assorbente ed attutente richiesto. Quindi, è sempre necessario verificare un ulteriore dato, il peso lordo massimo degli imballaggi interni ammesso per una determinato imballaggio V. Se il peso lordo totale dei vostri imballaggi interni è minore o uguale a quello consentito per quella scatola, il peso totale del collo sarà di conseguenza minore o uguale al peso massimo consentito. Sul nostro sito e sul catalogo Serpac troverete indicazioni del peso lordo massimo consentito degli imballaggi interni per ogni scatola omologata 4GV che vendiamo; questo, insieme alle distanze minime da mantenere, vi aiuterà a scegliere l’imballaggio V corretto per la vostra spedizione.

4. Chiusura della scatola

Ultimo aspetto è il sistema di chiusura della scatola. Anche questo è molto importante, è sempre necessario utilizzare lo stesso sistema di chiusura e nastro utilizzato durante i test di omologazione ONU. Un nastro diverso potrebbe non avere la stessa resistenza di quello utilizzato durante l’omologazione ONU.  

Senza tutte queste indicazioni non è possibile scegliere la scatola 4GV corretta.

Di seguito trovate un esempio delle informazioni della scatola PGV353 riportate sul nostro catalogo.

tab-it

Se siete interessati alla nostra linea 4GV, o non sapete quale sia l’imballaggio corretto contattateci, siamo a vostra completa disposizione per scegliere insieme l’imballaggio idoneo per la vostra spedizione.

Rimanete sempre aggiornati, iscrivetevi alla nostra newsletter!