Blog

5 misure di sicurezza che tutte le industrie chimiche e meccaniche dovrebbero adottare

Per chi lavora all’interno di industrie chimiche e meccaniche il rischio di essere esposti quotidianamente all’inalazione o comunque al contatto con sostanze tossiche e nocive per la salute è molto alto, tanto che si parla di vero e proprio rischio chimico. Prodotti che utilizziamo ogni giorno,.

Vedi

Come risparmiare sul costo delle pulizie industriali

Mantenere un ambiente di lavoro sicuro e pulito deve essere in cima alle prerogative di ogni azienda, soprattutto in un contesto industriale dove le cadute accidentali di sostanze solide e liquide rappresentano la norma. Per non parlare dell’elevato transito di persone e del movimento continuo di

Vedi

Stop alle pulizie industriali disperate: 3 soluzioni per perdite e sversamenti

In qualsiasi ambiente di lavoro, gli sversamenti di liquidi sono all’ordine del giorno. Può trattarsi di semplice acqua, ma in ambito industriale il più delle volte abbiamo a che fare con oli, combustibili, solventi e refrigeranti. Se poi pensiamo al settore chimico, le perdite accidentali di.

Vedi

4 motivi per non utilizzare gli assorbenti granulari

In questo articolo ti spiegheremo perché gli assorbenti granulari potrebbero incidere negativamente sulla sicurezza, sull’etica e sull’economia della tua realtà aziendale. Pronto?

Vedi

Come scegliere gli assorbenti industriali adatti alle tue esigenze

Gli assorbenti industriali costituiscono lo strumento più funzionale ed efficace che le industrie hanno a disposizione, per far fronte agli sversamenti e alle fuoriuscite di sostanze chimiche, oli e solventi. Utilizzare questi prodotti significa adottare una saggia misura di prevenzione contro i.

Vedi

Le 3 cose da sapere sul trasporto ADR dei rifiuti pericolosi

Cominciamo con un po’ di storia. Dal secondo dopoguerra, l’esigenza di regolamentare il trasporto delle merci pericolose è diventata una vera e propria necessità: non solo perché gli orrori della guerra avevano contribuito allo sviluppo di una coscienza ambientale tra i cittadini, ma anche.

Vedi

Trasporto ADR di batterie al litio

Nel 1912, un chimico statunitense fabbricò per la prima volta le batterie al litio. L’invenzione di tale Gilbert N. Lewis ebbe bisogno di vent’anni di ricerca e sviluppo per poter essere utilizzabile senza rischi. Ma facciamo un balzo temporale arrivando al 1991: la Sony riesce a sviluppare la .

Vedi

Overpack: cos'è e quando è necessario usarlo

Molte volte sotto le mentite spoglie di sostanze di uso comune o quotidiano si nascondono delle merci pericolose: ad esempio i profumi sono dei liquidi infiammabili, così come l’acetone o la candeggina, senza contare prodotti come la soda caustica. Ognuno di questi necessita un trattamento.

Vedi

Placcatura, etichettatura e marcatura di merci pericolose: quando e come svolgerle

Quando ad Adamo vengono presentati gli animali, la prima cosa che fa è dare un nome alle creature. Dare un nome alle cose, infatti, è il primo passo nel cammino verso la conoscenza perché ci permette di identificare pienamente tutto ciò che ci troviamo di fronte. Sebbene questo possa sembrare un.

Vedi

Rifiuti, rifiuti pericolosi e rifiuti in ADR: quali sono le differenze?

Nell’immaginario comune, i rifiuti sono immaginati come un unicum, di cui disfarsi tramite gli strumenti e le misure più adeguati. In realtà, se ci si sofferma un attimo a pensare, anche ai non addetti del mestiere apparirà chiaro che sussistono diverse differenze tra i rifiuti stessi. Ed è.

Vedi

Confronto normative sui rifiuti ADR HP CLP

ADR, CLP, HP: tante sigle, tanta confusione. La tematica, però, è la stessa: i rifiuti, con una particolare attenzione per quanto riguarda quelli pericolosi. Proprio durante l’anno appena trascorso, ovvero nel giugno 2017, è stato promulgato il Regolamento UE 997/2017, che ha modificato.

Vedi

Quali sono le figure coinvolte nel trasporto ADR dei rifiuti pericolosi

Trasportare rifiuti pericolosi è un’operazione che richiede la massima attenzione e le più severe misure di sicurezza. Questo tipo di rifiuti, infatti, è potenzialmente nocivo per l’ambiente e una gestione scorretta potrebbe compromettere gravemente gli ecosistemi, con danni alla flora, alla.

Vedi